Kewell, il premier e l’esorcista

 

A chi dire grazie se Harry Kewell sarà in campo con la maglia dell’Australia ai mondiali? A un esorcista sudafricano e alla sua influenza sul premier australiano. Sembra la trama di un B-movie, e invece è la storia che viene fuori a poche ore dall’esordio della nazionale guidata dall’olandese Pim Verbeek contro la Germania (domani a Durban, ore 20.30). Perseguitato dagli infortuni, il 31enne Kewell (nelle ultime due stagioni in forza ai turchi del Galatasaray) continua a essere il giocatore che nella squadra di Verbeek può fare la differenza. Ma i suoi problemi all’inguine, non risolti da un’operazione affrontata a gennaio, hanno messo a rischio la sua presenza in Sudafrica. Che intorno a lui si creasse un’aspettativa ansiosa era ipotizzabile. Non altrettanto che ciò diventasse un affare di stato, ammantandosi addirittura di superstizione. Eppure è successo.

Articoli pubblicati da testate australiane e ripresi da alcuni giornali europei hanno svelato che della delicata questione si è occupato un esorcista sudafricano, il vescovo Isaac Nonyane, che opera nella township di Tembisa vicino Johannesburg. Nella storia entra anche il primo ministro australiano Kevin Rudd, laburista in crisi di consensi. Non è dato sapere cosa abbia portato le strade del primo ministro australiano e dell’esorcista sudafricano a incrociarsi, né se tutto avvenga per caso. Fatto sta che, sempre stando a quanto riferiscono i giornali, Noyane avrebbe indicato il modo per far giungere Kewell alla guarigione: un pubblico messaggio d’augurio da parte del primo ministro. Ciò che Rudd, casualmente, ha espresso nei giorni scorsi. Dove sta la causa e dove l’effetto in questo curioso meccanismo che mescola magia e comunicazione? Forse non lo sapremo mai.

Come ha riferito l’australiano Daily Telegraph, Nonyane ha affermato che contro Kewell non pende una forma di malocchio, ma che piuttosto è uno spirito maligno a congiurare contro di lui, e che avrebbe continuato a farlo finché non fosse stata effettuata un’azione propiziatoria. Il messaggio di Rudd, appunto. L’esorcista ha aggiunto che tali informazioni gli sono state riferite dalla defunta bisnonna, con la quale egli suole comunicare. Inoltre Nonyane, durante l’incontro col cronista del Telegraph, ha mostrato una copia della Bibbia all’interno della quale era stata collocata una foto in bianco e nero di Kewell. Funzionerà? Lo sapremo soltanto domani sera. Di sicuro, per Rudd si apre il bivio fra l’impennata dei consensi che gli deriverebbe dall’acquisito carisma da premier taumaturgico e il crollo definitivo di popolarità. E adesso, per favore, la si smetta di dire che il rapporto fra calcio e magia è un problema che riguarda soltanto il calcio africano limitandone la crescita.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: