Il libro dell’estate e le sue strane affinità

Dicono che sia il libro dell’estate, forse dell’anno. Ok, vado a vedere.

Senza entusiasmarmi arrivo a pagina 116, e lì trovo il seguente dialogo:

“Tu vuoi farmi parlare d’amore, Marcus, ma l’amore è complicato. L’amore è molto complicato. E’ la cosa più straordinaria ma al tempo stesso peggiore che possa capitare. Un giorno lo scoprirai. L’amore può fare molto male. Questo non significa che si debba avere paura di cadere, e soprattutto di precipitare nella voragine dell’amore, perché l’amore è anche bellissimo ma, come tutto ciò che è bello, abbaglia e fa male agli occhi. E’ per questo che spesso, dopo, si finisce per piangere”.

Chiudo il libro un attimo, stranito. Lascio sedimentare un istante la sensazione, e poi mi chiedo: ma sto leggendo La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker, o un estratto dal prossimo romanzo di Fabio Volo?

ImmagineImmagine

Annunci

4 Risposte

  1. L’ha ribloggato su cose da librie ha commentato:
    Pippo, Fabio e Joel Dicker: precipitare nella voragine

  2. Urca, e se ne nasce una querela?

  3. […] fra il presunto libro dell’estate e quelli firmati “Fabio Volo”. L’avevo rimarcato in un post di qualche giorno fa, lo ribadisco man mano che la lettura procede stancamente con gran rammarico per lo sperpero di […]

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: