“Ti prego, lasciati odiare” di Anna Premoli

Ancora sullo scempio dell’ultimo Premio Bancarella…

La Biblioteca di Babele

Ho detto tante volte di essere una lettrice masochista: spesso leggo per farmi del male perchè so già che qualcosa non fa esattamente per me. Questo è il caso dell’ultimo libro che ho avuto tra le mani, Ti prego, lasciati odiare di Anna Premoli, vincitore dell’ultima edizione del Premio Bancarella che, per chi non lo sapesse, è un premio nato nel 1953 che si assegna ogni anno, il penultimo sabato o la penultima domenica di luglio, a chi abbia conseguito un chiaro successo di merito e di vendita. È gestito esclusivamente dai librai. Ora, avendo letto questo libro, mi sorge un dubbio: cosa ne è stato di questo premio col passare degli anni? Se consultate l’albo d’oro, noterete, tra gli altri, vincitori come:

  • 1953 – Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare
  • 1958 – Boris Pasternak, Il dottor Živago
  • 1970 – Oriana Fallaci, Niente e così sia
  • 1972 – Alberto Bevilacqua,

View original post 368 altre parole

Annunci

2 Risposte

  1. Pippo secondo me la Newton Compton ormai ti odia. Che dici.
    🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: