Pallonate – Matteo Salvini direttore della Gazzetta e il grande cuore della Juve

Volete il nome di un’eccellenza italiana? Ve lo do subito: Carlo Tavecchio. Gli basta aprir bocca e sono subito titoli sui media internazionali. Si mobilitano persino le cancellerie estere per inviare repliche. E ditemi voi a quale altro presidente di federazione sportiva nazionale capiti tutto ciò.

Carlo Tavecchio

Carlo Tavecchio

Purtroppo nessuno è profeta in patria, e ce lo dimostra il modo sciatto con cui le testate italiane hanno accolto l’ultima performance del ragioniere di Ponte Lambro. Soprattutto quelle sportive hanno mostrato un’assoluta sottovalutazione del potenziale che il presidente FIGC ha nel richiamare i riflettori sull’Italia, altro che Expo 2015. In fondo, ogni risorsa è buona per catalizzare l’attenzione globale su un Paese. E se c’era chi si mobilitava per andare a vedere il relitto della Costa Concordia ci potrebbe essere pure chi prende un aereo da Francoforte o da Oslo per assistere a una comunicazione pubblica di Tavecchio. Ma niente, non c’è stato verso di far cogliere ai direttori dei nostri quotidiani sportivi l’importanza della cosa.

Il massimo dell’indifferenza l’ha mostrato Tuttosport, che del resto ormai relega in secondo piano tutto ciò che non riguardi la Juventus. Nell’edizione di lunedì 2 novembre c’erano un titolo in taglio basso in prima pagina, un articolo di cronaca a pagina 9, e nessun commento. Qualcosa di più ha fatto il Corriere dello Sport-Stadio, che però si è dovuto dibattere in un grave imbarazzo. Come messo in evidenza una ventina di giorni fa (http://www.calciomercato.com/news/pippo-russo-il-corriere-dello-sport-sia-official-partner-dei-suo-490877), il quotidiano romano è diventato official partner della FIGC. In quell’occasione posi un interrogativo: come si comporterebbe il giornale official partner qualora Tavecchio dovesse scivolare un’altra volta su una banana di Optì Pobà? La risposta è arrivata lunedì: con imbarazzo e goffo equilibrismo. Lunedì c’era un editoriale di prima pagina, è vero. Ma il direttore Alessandro Vocalelli, il Grande Grigio del giornalismo sportivo italiano, anziché firmarlo ha preferito siglarlo con un “a. v.” messo tra parentesi.

Alessandro Vocalelli, in uno dei suoi giorni di massima verve

Alessandro Vocalelli, in uno dei suoi giorni di massima verve

La solita storia tutta italica della moglie leggermente incinta. Il titolo era “Parole inaccettabili”. E già, perdindirindina. Una trentina di righe per dire che l’Eccellenza Italiana Tavecchio aveva sbagliato, e una degna conclusione:

Tavecchio dice di essere caduto, diciamo così, in una trappola. Ma il discorso andrebbe (…) paradossalmente ribaltato. Di fronte a una platea, a un’intervista pubblica, avrebbe fatto attenzione a non dirle, certe cose. Ma come si fa, anche in privato e rilassati davanti a un’aranciata, solo a pensarli?

E già, presidente, come si fa? Almeno davanti a un fiasco di vino, e che diamine! Poi bisogna arrivare a pagina 23 per trovare copertura giornalistica della vicenda. Tutto fatto in modo sbrigativo. Non certo equiparabile a quello usato dalla Gazzetta dello Sport, che ha mobilitato anch’essa il direttore, Andrea Monti.

Andrea Monti

Andrea Monti

Con quali risultati? Agghiaccianti. Soprattutto nella prosa. Leggere per credere:

Rieccolo, Carlo Tavecchio. E rieccoci noi, con le ultime riserve di compassione, a cercare un perché che non sia dannante almeno dal punto di vista umano all’ennesima frana di parole sbagliate e pesanti come pietre con cui il presidente della Federcalcio rischia di seppellire se stesso.

 

Ma come scrive questo qui? Rileggo: le ultime riserve di compassione per cercare un perché che non sia dannante dal punto di vista umano. Nemmeno Aldo Biscardi avrebbe osato tanto. Ma non finisce qui. Appena sotto si legge:

Rieccoci, in compagnia di Optì Pobà, a soppesare il testo e il contesto del suo discorso nella speranza di poterlo collocare al di qua dell’impalpabile linea d’ombra che separa la ciarla sgangherata dalla discriminazione odiosa di genere e razza.

 

Soppesare il testo e il contesto nella speranza di poterlo collocare al di qua dell’impalpabile linea d’ombra. Quando leggo frammenti come questo mi rafforzo nella convinzione che in Gazzetta sia attiva l’AILI: Accademia per l’Involuzione della Lingua Italiana. Ne riparleremo, eccome se ne riparleremo. Per adesso ci si limita a concludere con un frammento che il direttore pensava dovesse essere perentorio:

Certo, il suo interlocutore inziga, suggerisce, va a cercare lo scivolone propiziandolo perfino con la citazione di Umberto Eco (chi era costui?). Ma lo sventurato, manzonianamente parlando, risponde. Non rendendosi conto che Ponte Milvio non è Ponte Lambro, e la fanghiglia del Tevere ha inghiottito nuotatori ben più scafati di lui.

 

Come ha commentato in privato una voce dissidente in Gazzetta, nemmeno Matteo Salvini avrebbe fatto quel paragone fra Ponte Milvio e Ponte Lambro.

Il prossimo direttore della Gazzetta dello Sport

Il prossimo direttore della Gazzetta dello Sport

Fino a qualche tempo fa ero convinto che soltanto in Gazzetta esistesse una STI: Sezione Titoli Idioti. Col passare del tempo mi sono dovuto ricredere perché anche i quotidiani sportivi del Gruppo Amodei (Corriere dello Sport-Stadio e Tuttosport) si sono dotati di analoga struttura. O magari, chissà, hanno affidato anche questo segmento del giornale all’ennesimo service esterno. Sia come sia, c’è che oggi tutti e tre i quotidiani sportivi italiani hanno titolato stesso modo. E sarà vero che il tema del giorno è il pareggio della Juventus in Champions League ottenuto grazie a un gol di Lichtsteiner, giocatore che nelle settimane scorse è stato fermo a causa di problemi cardiaci. E però, almeno un po’ di fantasia. E invece, questa è la panoramica dei titoli di prima pagina: Gazzetta dello Sport, “Juve tutto cuore”; Corriere dello Sport-Stadio, edizione nazionale, “Cuore da Juve”; Tuttosport, “Cuore Juve”. Un’invidiabile fantasia. E non oso immaginare come i tre quotidiani sportivi titoleranno nel giorno in cui Balotelli guarirà dalla pubalgia.

@pippoevai

prima_pagina_grande

screen-prima-pagina-corriere-dello-sport-04-11-2015

screen-prima-pagina-tuttosport-04-11-2015

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: