Le strane idee di Doyen sul mestiere di giornalista

DSC_0024-e1412940932120-640x250

Nelio Lucas, CEO di Doyen Sports Investments

 

Quelli di Doyen sono nervosi.

Lo si capisce dalla frequenza con cui il suo ufficio stampa diffonde comunicati nell’ultimo periodo, nel tentativo di arginare la valanga scatenata dalle pubblicazione dei documenti di Football Leaks. Dai quali emerge una serie di retroscena che il fondo maltese capitanato dal senhor Nelio Lucas preferirebbe non venissero resi noti, e che hanno già terremotato la situazione del Twente. Nel complicato tentativo di arginare i danni all’immagine, Doyen inonda le redazioni di comunicati in cui un po’ scredita il lavoro del team di Football Leaks e un po’ ammonisce i giornalisti affinché non facciano da grancassa ai documenti leaked, perché potrebbero scontarne le conseguenze.

L’ultimo esercizio di questo tipo è stato piazzato nella serata di ieri, con un documento in lingua inglese intitolato Comunicato su Football Leaks. Ecco a seguire il testo tradotto, con le parti in grassetto riportate come nell’originale:

 

Dal momento in cui è apparso il sito Football Leaks, che proclama di essere il difensore della trasparenza nel mondo del calcio, Doyen Sports ha cercato di spiegare le vere intenzioni degli autori del sito.

Lo scorso 4 ottobre Doyen ha segnalato alla polizia portoghese i numerosi crimini di cui è stata vittima. Abbiamo fornito alle autorità tutto ciò che ci è stato richiesto, comprese le prove che i gestori del sito hanno provato a estorcere denaro alla compagnia in cambio del loro silenzio. Il tentativo di discredito è stato associato a ripetute minacce verso Doyen e i suoi rappresentanti.

Doyen Sports attende i risultati dell’investigazione condotta dalla polizia. Comunque, dobbiamo ribadire che non tutti i documenti tratti da football leaks e riportati dai media sono autentici. Le reiterate notizie su alcuni temi hanno avuto numerosi effetti, sicché ricordiamo quanto segue:

  • Gli autori di Football Leaks hanno perpetrato una serie di reati;
  • I portali d’informazione che insistono a pubblicare documenti presi da quel sito contribuiscono alla pratica della diffusione illegale di documentazione privata e riservata;
  • Tutti i contatti fra giornalisti e autori del sito possono essere soggetti a investigazione.

 

 

Fin qui il comunicato di Doyen. In cui trova spazio una serie di accuse agli autori di Football Leaks, che vanno dal tentativo di estorsione al furto di materiali sensibili, fino alla manipolazione dei documenti pubblicati. Rispetto a queste accuse non c’è molto da aggiungere, ma piuttosto da aspettare i risultati delle indagini. Se davvero gli autori del sito hanno compiuto le violazioni segnalate, ne pagheranno le conseguenze. Altrimenti toccherà a Doyen dare spiegazioni. Un esercizio che per il fondo diretto dal senhor Nelio Lucas sarebbe una novità.

Inoltre, del comunicato stampa diffuso ieri da Doyen meritano di essere segnalati altri due dettagli.

Il primo è quel riferimento alle conseguenze già causate dalla pubblicazione dei documenti: evidentemente la vicenda del Twente è una ferita dolorosissima.

L’altro dettaglio riguarda l’avviso ai giornalisti, i cui contatti con gli autori del sito “possono essere soggetti a investigazione”. Precisazione tanto curiosa quanto inutile. Grazie dello zelo, senhor Nelio Lucas, ma la prossima volta si risparmi i suoi consigli. Noi giornalisti siamo capaci di stabilire chi contattare e chi no, e sappiamo pure che a volte è necessario contattare personaggi discutibili pur di far luce su realtà oscure. Del resto, a molti colleghi è capitato di intervistare fior di criminali di guerra o boss della malavita organizzata, senza che ciò significasse veder sminuita la propria missione giornalistica. Il giornalismo è cercare notizie e approfondire fatti, non certo passare comunicati stampa.

82049_polemiche02

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: