Coming soon – Il gigante sfregiato (e il libro sbudellato)

Alcune perle dal libro Il gigante sfregiato di Enrico Vanzina, edito da Newton Compton e elogiato dal book jockey Antonio D’Orrico. Sono materiali del dossier per la stroncatura.

La prima volta che incontrai Sandrone era un pomeriggio come tanti, uno di quelli in cui sarebbe potuto accadere di tutto. O invece niente  (p. 9) [Però!]

“Ho amici che si contano sulle dita di una mano mozza” (p. 14) [Battutona!]

Lo fissai con un sorriso freddo come un ghiacciolo (…) (p. 21) [Cold humour, n. 1]

La bionda mi lanciò uno sguardo gelido come avrebbe dovuto essere quella vodka (…) (p. 28) [Cold humour, n. 2]

(…) mi gridò con un gracchiante rantolo asmatico (…) (p. 31) [gracchiante + rantolo + asmatico; un tantinello ridondante]

E è soltanto l’inizio. Il resto lo leggerete nei prossimi giorni.

Davvero, Antonio D’Orrico e la Newton Compton non sbagliano mai. E per questo io li amo spassionatamente.

Immagine

Annunci

Il mistero della stroncatura gemella

Domenica scorsa l’inserto culturale del Sole-24 Ore ha pubblicato una stroncatura di Ti prego lasciati odiare, il libro di Anna Premoli vincitore dell’ultimo Premio Bancarella.

Firmato sotto pseudonimo, l’articolo è riprodotto nelle due foto che gentilmente Simona Scravaglieri mi ha postato. Ingrandendo un po’ le immagini lo si riesce a leggere.

ImmagineImmagineSoprattutto, se ne scorge le clamorose somiglianze con la stroncatura scritta da me e pubblicata dapprima sull’Unità del 3 agosto e poi ripresa su questo blog con grande diffusione. Somiglianze talmente abbondanti da indurre qualcuno dei miei contatti Facebook a scrivermi per chiedere se per caso dietro quello pseudonimo mi nascondessi io. Assolutamente no.

Mi limito a dire che la mia è stata pubblicata 22 giorni prima rispetto a quella pubblicata sul quotidiano color aragosta. Dopodiché, ciascuno può farsi un’idea a proposito della cosa. Certo, un caso di stroncatura non originale non s’era mai visto al mondo.